Skip to content


27 febbraio 2010

Parole nel silenzio



Per l’ennesima volta mi sono presa i cazziatoni di chi vive la campagna elettorale accanto a me. Perchè? Perchè ho osato abbandonare la Regione Lazio per 36 ore, pur di partecipare all’evento “Parole nel silenzioche si è tenuto ieri sera a Torino, presso il Teatro Crocetta dell’Ateneo Salesiano. Ma non sono pentita! Un evento ideato, creato e curato da studenti universitari. Un momento di giovani, per giovani. Quegli stessi giovani a cui penso che non stiamo lasciando un futuro. Quegli stessi giovani subissati quotidianamente dalle false informazioni di “Scodinzolini”, alias Minzolini che dovrebbe essere un direttore di un telegiornale e che non conosce la differenza tra “assolto” e “prescritto”…e quasi beatifica il condannato Mills. Quegli stessi giovani che, proprio ieri sera…mi hanno dato una lezione di vita! Evviva! Sono tornata a Roma con una marcia in più, grazie a loro! Se ci sono ancora giovani capaci di credere in certe parole, allora qualcosa lo possiamo ancora fare! Mi riferisco a Giovanni, il ragazzo che ha aperto la serata: avrebbe dovuto recitare un testo scritto da lui, e ci è riuscito in buona parte. Poi l’emozione ha avuto la meglio ma è ripartito. E’ ripartito ed ha condiviso con tutti noi le parole scritte da lui. Ve le riporto integralmente, ma considerate che le più importanti per me sono alla fine. Se dei ragazzi di 20 anni che pur avendo un mondo arido intorno sono capaci di pronunciare parole come “AMORE” con gli occhi luminosi e aperti verso il futuro, se ragazzi di 20 anni, lontani dalla loro terra per poter studiare, pensano alla loro terra e le dedicano parole di speranza per dare VOCE alle PAROLE… allora si, ce la possiamo fare! Tutti insieme ce la possiamo fare. Ce la dobbiamo fare! Dobbiamo riprenderci la nostra terra, il nostro Paese, la nostra dignità. Giovanni, permettimi di dedicare la tua poesia a Giuseppe Gatì, un altro ragazzo che ci ha riportato amore per la nostra terra. Per la tua terra: la Sicilia. Ma per me la Sicilia è la Lombardia. La Calabria è il Piemonte. La Puglia è la Liguria… siamo Italia. Siamo Italiani… non dimentichiamolo mai! Siamo fratelli, sorelle d’Italia. Non permettiamo più all’Antistato di rubarci la nostra dignità. Riprendiamoci il nostro futuro.

E QUANDO L’AMORE VINCERA’ L’INDIFFERENZA
ALLORA NON CI SARA’ PIU’ SILENZIO
E DAREMO VOCE ALLE NOSTRE PAROLE”.

Grazie Giovanni, Grazie Mauro Poggio, Grazie ragazzi. E un grazie ai salesiani che hanno saputo dimostrare una lungimiranza fuori dal comune ospitando quello che sarebbe potuto essere un evento scomodo per le tematiche trattate. Insieme ci riprenderemo questo paese! Grazie alla preside Carfora, perchè costantemente prova a levare ragazzi dalla strada. Grazie al giudice Caselli per tutto quel che ha fatto, quel che fa e quel che farà. L’ultimo ringraziamento va agli amici di sempre: Sonia Alfano e Salvatore Borsellino…uniti dal dolore…e dalla rabbia…ogni giorno ci insegnano a lottare per avere verità e giustizia.

Le parole non nascono dal rumore.
Le parole nascono nel silenzio.
Le parole nascono nel silenzio della nostra casa, fatta
Di studio, divertimento, gioia, dolore e amicizia
E che custodisce i nostri giorni.
Le parole nascono nel silenzio della  nostra camera.
A ciascuno la propria.
Che da il buongiorno e la buonanotte.
Che conosce i nostri segreti e le nostre paure.
Nella quale studiamo, nella quale sogniamo il nostro il nostro futuro.
Nella quale impariamo a vivere.
Le parole nascono nel silenzio del nostro cuore.
Organo vitale per eccellenza.
Ed ultimo baluardo del nostro essere.
Nel quale risiede il tesoro  di ciascun uomo.
E’ L’AMORE CHE CI RENDE UOMINI
E’ L’AMORE CHE CI DA LA FORZA PER VIVERE
CHE NON CI RENDE UNO QUALUNQUE
E’ L’AMORE CHE CI DA LA FORZA PER VIVERE
Le parole nascono nel silenzio di ognuno di noi.
Che lotta ogni giorno.
Contro il rumore di chi crede di sapere tutto.
Ma che tutto non sa.
Perché prima di conoscere il resto,
per capire il resto,
bisogna perdersi nei meandri di se stessi.
E QUANDO L’AMORE VINCERA’ L’INDIFFERENZA
ALLORA NON CI SARA’ PIU’ SILENZIO
E DAREMO VOCE ALLE NOSTRE PAROLE

“LE PAROLE NEL SILENZIO”…DEDICATO ALLA MIA TERRA (Giovanni- Ateneo Salesiano)

| Invia a un amico Invia a un amico | Stampa Stampa | Iscriviti alla Newsletter | Condividi su Twitter | Condividi su Facebook | Invia un commento

Postato da Serenetta Monti in Cittadini, Politica.


0 commenti



Puoi usare alcuni tag HTML