Serenetta Monti candidata alla regione Lazio

Ho deciso di accettare la proposta di Italia dei Valori a candidarmi come indipendente alle prossime elezioni regionali del Lazio, che si terranno a fine marzo 2010.
Quest’estate ho ricevuto una telefonata dal coordinatore del partito nel Lazio, il senatore Stefano Pedica, che mi voleva incontrare per parlare dell’intenzione di una mia candidatura alle regionali discussa con il Presidente Antonio Di Pietro.
Sono andata all’incontro: mi è stato detto che Italia dei Valori intendeva proseguire sulla strada del coinvolgimento della società civile iniziata con le candidature di Sonia Alfano e Luigi de Magistris alle europee. Per il Lazio Sonia Alfano e Stefano Pedica hanno indicato me come possibile candidata a consigliere regionale.
La mia storia parla per me e spiega la mia decisione di accettare. Ho sempre lottato, come rappresentante di un sindacato autorganizzato, per i diritti dei lavoratori; non ho perso un’occasione per gridare la voglia di legalità e concordo con Antonio Di Pietro quando dice che per cambiare questo Paese servono sia l’impegno civile dei cittadini che quello all’interno delle istituzioni. E’ con questo spirito che ho condotto il mio impegno sindacale, ho organizzato e partecipato alle manifestazioni per de Magistris, ho contribuito a organizzare i V-Day e, vincendo le primarie dell’associazione, sono stata candidata sindaco per gli Amici di Beppe Grillo l’anno scorso. E’ con questo spirito che insieme al Popolo delle Agende Rosse presto la mia voce a Salvatore Borsellino per gridare la richiesta di verità sulle stragi del 1992 e 1993.
Insomma: non voglio avere etichette, se non quella della candidata indipendente. Voglio poter ascoltare tutti, anche per non avere debiti di riconoscenza verso qualcuno.
Nei prossimi giorni pubblicherò quelli che saranno i miei impegni. Vi anticipo che:

  • voglio portare nel consiglio regionale un presidio di quelle battaglie di respiro nazionale che hanno determinanti riflessi anche sulla vita dei laziali;
  • voglio costringere la Regione ad affrontare alcune specifiche vicende del Lazio che i cittadini conoscono bene ma che sono ignorate (per connivenze, opportunità o interessi) dalle istituzioni;
  • voglio coinvolgere tutti i cittadini nella proposta delle soluzioni di gestione della Regione, prima delle elezioni e, soprattutto, se dovessi essere eletta.

Dovrò convincere molte persone a scrivere “Serenetta Monti” sulla scheda elettorale, senza che rimangano poi deluse. Avrò bisogno dell’aiuto di tutti quelli che condividono quello che ho appena scritto potendo garantire, in cambio, solo l’impegno a portare questi valori nel consiglio regionale del Lazio. Spero che sarete in tanti!

Continua l’iniziativa “Mail al Parlamento: fate arrestare Cosentino!“. Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email per inviare il testo alla Giunta per le autorizzazioni della Camera.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Nicola Cosentino «contribuiva, sin dagli anni ’90 a rafforzare vertici e attività del gruppo camorrista facente capo alle famiglie di Bidognetti e Schiavone (..) Da tale sodalizio Consentino riceveva puntuale sostegno elettorale».
    Non è tollerabile che un simile individuo ricopra il ruolo di Sottosegretario all’economia. Non è tollerabile che, di fronte alla richiesta di arresto, la Camera lo difenda.
    Fate arrestare subito Nicola Cosentino!”

    21 pensieri su “Serenetta Monti candidata alla regione Lazio

    1. Per gestire bene un territorio basta essere un turista!!! Andare a vedere la Svizzera, oppure città italiane come Udine, Verona, Bressanone, ecc. ecc. e …. copiare,
      semplicemente copiare. Non vi si chiede altro che viaggiare e copiare. Non occorre essere geni. Basta un biglietto del treno e occhi per vedere.
      Problemi come quello della spazzatura, del decoro cittadino, della sicurezza, sono stati risolti da tempo, noi paghiamo la spazzatura ancora a metro quadro invece che a chilo prodotto (come stabilisce la Comunità Europea), abbiamo mura e serrande dei negozi imbrattate, non ci sono giardinieri che curino parchi e aiuole, ecc. ecc.

      E’ tanto difficile copiare?
      Mostravo a un vigile un ragazzino in età scolare che invece di stare a scuola chiedeva l’elemosina. Mi ha ascoltato, mi ha detto che non sapeva cosa farci, poi ha buttato la cicca per terra e l’ha spenta col piede. Cose da terzo mondo!!!

      Auguri!

    2. Mah, secondo me sei un’opportunista, politicamente parlando. Hai fondato un’associazione politica con altri 55 persone e neanche un’anno dopo sei schioccata in minoranza per mancanza di spessore, perchè l’associazione ti aveva tastato il polso, hai trovato una scusa x lasciare e hai preso a navigare il mare di opportunità (opportunismi?) individuali portandoti con te due o tre sodali. Andare in piazza non deve essere un’attività del fare-tanto-per-fare e apparire-tanto-per-apparire.
      Ci mancherebbe che qualcuno sia una persona migliore perchè ogni domenica a Roma finisce in piazza. Con i senatori IDV ti accompagnavi già da diverso tempo (Novembre 2008?) probabilmente a rivendere un’immagine che col passare del tempo rischiava di rimanere sempre più adombrata.

    3. Ragazzi cosi si uccide il movimento , in un partito non è più 1 testa 1 voto , certo che se vogliamo prendere le strade più veloci , auguri ma non condivido

    4. Grande Serenetta. E’ questa la strada giusta. IDV e mondo Grillo sono due realtà solo formalmente diverse ma molto simili per temi, proposte e battaglie. Ormai, se vogliamo veramente cambiare le cose, non ci resta che “fare rete” e perciò ti faccio un grosso in bocca al lupo!
      Riccardo Brusori-Lista Civica Castenaso a 5 stelle

    5. NON MI PIACE!!!!! NASCE UN NUOVO PARTITO DI ROTTURA, FINCHE’ SI TRATTA DI CRITICARE, SPACCARE, GRIDARE ALLE INGIUSTIZIE, TUTTI SIAMO CAPACI.
      IL PROBLEMA NASCE DOPO, QUANDO SI DEVE FARE , COSTRUIRE E NON CREDO CHE GENTE SPECIALIZZATE SOLO NELL’ABBATTERE CI POSSA RIUSCIRE, QUADO ASCOLTO DI PIETRO, RIVEDO IL BOSSI DI VENT’ANNI FA.
      ABBIAMO BISOGNO DI QUESTO??????????????????????

      1. A Savè…non farai mai in tempo…siamo ancora in questa italia:-)e se ce la fai… giuro
        che il week end delle elezioni ti faccio fare follieeeeeeeeeeeeee:-)a te…e tutta la tua famiglia:-)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.